FASSA BORTOLO • VELODROMO MONTICHIARI
» Storia del Velodromo

Il sito del Velodromo di Montichiari è nato per avvicinare il pubblico alla scoperta di un luogo ormai estinto. Come nel 1935 il Vigorelli di Milano


» Scarica la Presentazione 2017


LE DISCIPLINE DELLA PISTA:

VELOCITA’: dopo una eventuale qualificazione, in cui si misura il tempo per compiere 200 m, i corridori si sfidano in due o tre alla volta, chi vince la volata accede al turno successivo.
VELOCITA’ OLIMPICA: è una gara a cronometro per squadre di tre corridori che si svolge su tre giri di pista (2 corridori per 2 giri nelle categorie femminili), ogni corridore sta in testa un giro. Vince la squadra che percorre i tre giri nel minor tempo. Il tempo viene fermato al passaggio del primo componente della squadra.
KEIRIN: i corridori partono incolonnati dietro una moto, a due giri dalla fine questa si toglie dalla pista e i corridori si affrontano in uno sprint.
KILOMETRO DA FERMO (500 M PER LE DONNE): vince il corridore che percorre nel minor tempo la distanza di gara, partendo da fermo.
CORSA A PUNTI: si disputa con traguardi ogni 10 giri che assegnano 5,3,2,1 punto ai primi quattro classificati. Ogni giro guadagnato sul gruppo vale 20 punti. Al termine della prova vince chi ha ottenuto più punti. Il conteggio dei giri è effettuato sul gruppo. Se uno o più corridori guadagnano il giro, dovranno comunque percorrere tutti i giri che mancano all’arrivo al gruppo principale per completare la prova.
SERIE DI SPRINT: segue le stesse regole della corsa a punti, ma i giri guadagnati sono ininfluenti ai fini della classifica finale.
AMERICANA o MADISON: la corsa si svolge a coppie di corridori che si danno il cambio ogni qualvolta si incontrano. A parte questo, la prova è poi simile alla corsa a punti, per cui vi sono dei traguardi intermedi che assegnano punteggi. Al termine della gara vince la coppia che ha guadagnato più giri sul gruppo. A parità di giri, vince la coppia che ha ottenuto più punti.
ELIMINAZIONE: al termine di ogni giro (salvo il primo) viene eliminato il corridore che taglia il traguardo per ultimo. Solo in questa prova non conta la tangente alla ruota anteriore, ma quella alla ruota posteriore. Nella volata finale a due però vince chi passa per primo sul traguardo con la ruota anteriore, come in tutte le altre prove di velocità.
SCRATCH: è molto simile ad una corsa su strada, in quanto la prova ha un unico traguardo finale. Vince chi taglia per primo il traguardo. Il conteggio dei giri è effettuato sulla testa della corsa, per cui se uno o più corridori guadagnano un giro, anche il gruppo per giungere all’arrivo dovrà compiere lo steso numero di giri di coloro che ne hanno guadagnato uno.
GIRO LANCIATO: vince chi effettua il giro di pista più veloce, in caso di gara a coppie, il tempo viene preso sul primo corridore a tagliare il traguardo.
INSEGUIMENTO A SQUADRE: si disputa con squadre di più corridori su una distanza convenuta in base alla categoria. Dopo una qualificazione basata sul tempo impiegato per compiere la distanza stabilita, le squadre si sfideranno una contro una. Alla partenza le 2 squadre sono poste in due punti diametralmente opposti della pista ed equidistanti fra loro. Vince la squadra che raggiunge l’altra o quella che copre nel minor tempo il percorso prefissato.
INSEGUIMENTO INDIVIDUALE: si disputa su una distanza convenuta in base alla categoria. Dopo una qualificazione basata sul tempo impiegato per compiere la distanza stabilita, i corridori si sfidano uno contro uno. I due atleti partono in due punti diametralmente opposti ed equidistanti fra loro. Vince chi raggiunge l’avversario o eventualmente chi percorre la distanza stabilita nel minor tempo.
OMNIUM: disciplina in cui i corridori gareggiano in varie prove ciascuna delle quali assegna un punteggio (il punteggio è assegnato in modo crescente, è quindi minore quanto più un corridore si è meglio classificato nella prova). Vince il corridore che ottiene il punteggio minore.


» Scarica la Presentazione 2017